Il fatto

Provincia, c’è l’ok ai nuovi sei consiglieri

Il Consiglio provinciale ha approvato nella seduta di ieri tutti i punti all’ordine del giorno.

latina comune voto coletta

Arriva a via Costa il via libera alla surroga di sei consiglieri provinciali. Passa anche il riconoscimento dei debiti fuori bilancio.
Il Consiglio provinciale ha approvato nella seduta di ieri tutti i punti all’ordine del giorno. In apertura della seduta l’assise, su proposta del presidente Gerardo Stefanelli, ha osservato un minuto di silenzio in ricordo dell’ex consigliere e assessore provinciale Romolo Del Balzo, recentemente scomparso.
Il Consiglio ha respinto la richiesta del consigliere di Fratelli d’Italia Pasquale Cardillo Cupo di rinviare la seduta per evitare eventuali nuovi ricorsi da parte dei tre consiglieri comunali di Latina (De Amicis, Campagna e Muzio) decaduti anche dalla carica di consiglieri provinciali.
Sono stati quindi approvati gli atti di surroga di sei consiglieri provinciali e contestuale convalida di quelli subentrati: quella di Annalisa Muzio sostituita da Anna Ciccarelli; di Valeria Campagna sostituita da Vincenzo Giovannini; quella di Enzo De Amicis sostituito da Luca Magliozzi; quella di Barbara Carinci sostituita da Elio Sarracino; quella di Ilaria Marangoni sostituita da Luigi Vocella; quella di Sara Norcia sostituita da Franco Cardinale.

DEBITI FUORI BILANCIO

Il Consiglio ha inoltre approvato il riconoscimento di legittimità di alcuni debiti fuori bilancio. Si tratta del debito con la Vetor per il servizio di navigazione con le isole pontina per un ammontare di un milione e 399 mila euro; del debito derivante dalla sentenza a favore della Aster Costruzioni edili nell’ambito della realizzazione dell’istituto ‘Sani’ per un ammontare di un milione e 596 mila euro, cifra la metà della quale sarà richiesta al Comune di Latina per la parte di sua competenza.
Infine è stata riconosciuta la legittimità di un debito fuori bilancio per 49.556 euro relativi a risarcimenti danni per sinistri stradali.

Condividi l’articolo su: