informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Turismo delle radici e di ritorno, il piano prende corpo nel pontino

Marco Battistini
Febbraio 8, 2024

Il Comune di Latina aderisce al progetto “Turismo delle radici”. Nei prossimi giorni l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Matilde Celentano, produrrà un’apposita delibera di giunta finalizzata a favorire il ritorno degli italiani, che vivono all’Estero, nel Belpaese e in particolare nel comprensorio pontino, sfruttando le attrattività del territorio.
La notizia è stata diffusa dall’assessore al Turismo Gianluca Di Cocco, nel corso dell’incontro che il vice presidente del Consiglio e ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Antonio Tajani ha tenuto alla Farnesina con numerosi sindaci italiani.
PRESENZE TURISTICHE
Di Cocco, delegato dalla prima cittadina Celentano, ha parlato delle potenzialità di Latina per attrarre non soltanto presenze turistiche, e in particolare quelle alla ricerca delle proprie radici, ma anche investimenti per realizzare ponti con l’Estero: “L’architettura razionalista, che contraddistingue la nostra città – ha spiegato l’assessore – e le vicine città laziali di fondazione, rappresentano un unicum in termini di attrattività anche per ragioni di studio. Siamo anche in grado di intercettare il flusso del turismo enogastronomico, che in Italia vale 30 miliardi di euro all’anno. Dobbiamo però impegnarci ad effettuare una catalogazione dei piatti tipici. Terzo e ultimo, non certo per ordine di importanza, è l’attrattività che possiamo esprimere attraverso le bellezze naturali del Parco nazionale del Circeo attraverso un percorso di sviluppo sostenibile”.

IL PROGETTO

Attrarre turisti italiani che decidono di tornare nel nostro Paese, magari solo per le vacanze. Questo d’altronde è il progetto ambizioso intitolato “Ritorno in Italia 2023 -2028”: Opportunità di Sviluppo per i Borghi e per le Aree interne, presentato a Priverno. Un progetto al quale oltre 50 comuni delle Province di Frosinone, Latina e Viterbo hanno già aderito formalmente con delibera e firmando il protocollo d’intesa con Rete Destinazione Sud, promotrice dell’evento. In prima linea anche Cethegus scpa, soggetto giuridico e marchio di identità del grande ecosistema che va dal mare ai Lepini, da Fogliano a Ninfa, da Torre Astura alla strada interrotta, e raggiunge i Comuni che si affacciano sulla Via Appia. Una società che affianca le istituzioni locali e nazionali nella delicatissima fase di co-progettazione, al fine di cogliere le opportunità del Pnrr. Tra gli aderenti anche numerose imprese nel ramo della ristorazione. Italo Di Cocco, figura storica ed apicale del commercio pontino ha preso posizione, sposando le finalità del progetto.
“L’iniziativa intitolata “2023 Anno del Turismo di Ritorno – Alla Scoperta delle Origini” mira soprattutto a creare le condizioni affinché gli italiani all’estero nei prossimi 5 anni, attraverso le organizzazioni che ruotano attorno al turismo, possano avere un percorso agevolato per tornare in Italia. Magari anche in determinati periodi ed avere la possibilità di visitare il Paese d’origine e soprattutto le specialità dei luoghi -ha affermato Di Cocco- come Horeca Lazio sud, vorremmo collaborare per creare nei Comuni un percorso che individui i locali rispettosi delle traduzioni ed i menù con piatti tipici e a km0. Inviteremo come Horeca Lazio Sud i locali storici che vogliono aderire alla nostra iniziativa, affinchè gli italiani di rientro nel nostro Paese possano assaporare piatti e prodotti tipici, nonché specialità facenti parte della nostra storia. Come presidente di Horeca Lazio sud sosterrò questa iniziativa e mi riunirò con tutti gli aderenti alla mia organizzazione che promuove il turismo e la ristorazione vera”.

Febbraio 26, 2024

È decisamente lunga la lista delle crisi industriali nel Lazio, dopo due anni di pandemia, due guerre alle porte d’Europa,

Febbraio 23, 2024

“Abbiamo concluso la fase degli espropri. Entro il 2028 la Cisterna-Valmontone sarà pronta” ha detto il presidente della Regione Lazio,

Febbraio 22, 2024

Il rimpasto in giunta regionale si profila dopo le Europee. Forza Italia spinge ancora e va in pressing su Rocca. Conta

Febbraio 21, 2024

Il sindaco di Latina Matilde Celentano ha indetto per il prossimo 26 febbraio la Conferenza dei sindaci sulla Sanità. All’ordine

Febbraio 20, 2024

Tempi sempre più lunghi per la riforma delle Province, che potrebbe essere ridiscussa non prima del 2025. Resta dunque clamorosamente

-->

ULTIMI ARTICOLI