informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Stazione Pigneto, terza gara deserta.”Sfuma obiettivo 2025″

Marco Battistini
Febbraio 8, 2024

Va deserta anche la terza gara d’appalto per il rifacimento della Stazione Pigneto, e il Campidoglio dà mandato di tornare alla viabilità pre-cantiere per alleggerire almeno il traffico, chiedendo urgentemente un incontro a Rete ferroviaria italiana. E ora, lancia l’allarme la politica cittadina, l’obiettivo di realizzare il nuovo snodo ferroviario per il Giubileo del 2025 sembra essere definitivamente sfumato. La gara per dare nuova vita alla stazione, con tanto di copertura del vallo ferroviario per ricucire i due lati del quartiere, vale oltre 116 milioni di euro. Già per due volte nessuno si era presentato per farsi carico dei lavori. All’ultima banditura dunque Rfi “a fronte delle precedenti procedure andate deserte e come ulteriore e estrema sollecitazione al mercato” scriveva annunciando la terza gara, aveva previsto la possibilità di “formulare anche offerte al rialzo”. Questo, scriveva allora la società del gruppo Fs, a conferma della “massima attenzione e il relativo impegno profusi nel realizzare un intervento importante per la mobilità pubblica della Capitale”. Con un orizzonte di completamento “entro l’inizio dell’estate 2025”. 

UN FALLIMENTO AUTENTICO

Un obiettivo che però, adesso, pare essere tramontato. Tant’è vero che per dare sollievo al quartiere l’assessore alla Mobilità Eugenio Patanè ha deciso, senza nascondere la sua delusione, di tornare alla viabilità ordinaria: “Abbiamo dato mandato al Dipartimento e a Roma Servizi per la Mobilità – ha affermato l’assessore – di lavorare per il ripristino della viabilità precedente. Da troppo tempo, a causa delle modifiche alla viabilità conseguenti alla delimitazione dell’area di cantiere, la situazione del traffico nel quadrante è pesante e non più sostenibile. I cittadini, vista la situazione, non possono più aspettare ulteriormente: per questo motivo abbiamo chiesto a Rfi un incontro tecnico urgente per verificare le modalità di ripristino della status quo ante”. Già lo scorso novembre, in occasione della seconda gara deserta, Patanè e il collega all’Urbanistica Maurizio Veloccia avevano sollecitato i vertici di Fs, e a metà dicembre si era fatto sentire anche lo stesso sindaco Roberto Gualtieri: sulla stazione Pigneto, aveva detto, “faccio appello alle Ferrovie a rispettare gli impegni”. Qualcosa evidentemente, però, non è andato per il verso giusto, e anche l’apertura alle offerte al rialzo non è bastata. E dai banchi dell’Assemblea Capitolina si sono sollevate voci di rammarico e di irritazione. In primis quella del presidente della commissione Giubileo Dario Nanni: “E’ opportuno che siano forniti chiarimenti – ha detto – per capire quali siano le criticità che stanno mettendo a rischio l’intera realizzazione dell’opera. Nelle prossime settimane riconvocherò la commissione per capire cosa stia succedendo”. Anche Azione, per voce di Alessio D’Amato, Flavia De Gregorio e Francesco Carpano (rispettivamente consigliere regionale, capogruppo e consigliere in Campidoglio) si è lamentata: “Sfuma definitivamente la possibilità che venga realizzata entro il Giubileo. Ma quello che forse è più grave è che in tutto questo tempo la stazione appaltante non è ancora riuscita a capire per quale motivo gli operatori economici non reputino attrattiva la gara e a porvi rimedio. Si colga almeno l’occasione per ripensare un progetto ‘a metà’, mettendo mano alle criticità evidenti e apportando interventi correttivi mirati”.

Febbraio 26, 2024

Per il quarto trimestre del 2024, cioè per l’avvio del Giubileo, il target della realizzazione degli interventi di Caput Mundi,

Febbraio 23, 2024

L’Umberto I si trasferirà sulla Tiburtina. Questa l’area di Roma dove sarà trasferito il nuovo policlinico universitario, che potrebbe essere inaugurato

Febbraio 22, 2024

Per il corpo dei vigili del fuoco di Roma e provincia è un momento particolarmente delicato. Da ormai mesi il

Febbraio 21, 2024

E` un obiettivo possibile se saranno messi a terra gli interventi di rigenerazione e di trasformazione che la Capitale oggi

Febbraio 20, 2024

La Giunta capitolina ha approvato le linee guida del Puls, Piano Urbano della Logistica Sostenibile o Piano Merci, un documento