informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Squilli importanti degli azzurri in vista degli Europei di Roma: Sibilio torna e stupisce

Roberto Mercaldo
Maggio 28, 2024
Jacobs

E’ grandItalia in vista degli Europei di Roma, distanti ormai solo dieci giorni. Oggi si gareggiava a Ostrava, in un meeting di fascia Gold del Continental Tour. Le risposte migliori sono arrivate da Sibilio, al rientro nei suoi 400 Hs, e dal gigante Leonardo Fabbri, primatista mondiale stagionale nel peso. Meno brillanti, decisamente, i nostri velocisti, entrambi al terzo posto delle rispettive gare dei 100 con crono non troppo soddisfacenti. Marcell Jacobs ha fatto peggio rispetto alle precedenti uscite stagionali, chiudendo con un 10″19 che lo ha collocato alle spalle del canadese De Grasse (10″10) e del giamaicano Forde (10″17). Zanayb Dosso con il suo comunque non disprezzabile 11″18 si è vista sfrecciare davanti la polacca Svoboda (11″05) e Bass Bittaye, gambiana attestatasi a 11″14.
Note liete, invece, dal giro di pista con ostacoli, che prevedeva il grande ritorno di Alessandro Sibilio. L’ostacolista napoletano ha vinto con un tempo davvero di grande rilievo: 48″25, migliore prestazione europea stagionale. Dietro di lui Gucek ha fatto segnare il nuovo record nazionale di Slovenia con 48″27, al terzo posto per il qatarino Abakar con 48″76. In prospettiva europei di Roma una prova davvero confortante per una delle punte della nostra atletica, specie in considerazione della pista bagnata che ha certamente rappresentato un ostacolo in più per gli atleti.
Non ha deluso nemmeno il nostro Fabbri, leader mondiale del getto del peso, che al secondo lancio ha scagliato la sfera a 22,42 chiudendo perentoriamente il discorso sulla vittoria del meeting. All’ultimo lancio lo statunitense Geist con 22,09 ha in qualche modo spaventato il nostro atleta, che ha avuto buona continuità nei lanci ma non ha trovato ulteriori acuti e supermisure. Discreta la prova di Elisa Di Lazzaro che ripescata per la finale ha chiuso settima in 13″09 nella gara dominata dalla poderosa svizzera Kambundji (12″68).
Le prove dei nostri a Ostrava fanno seguito a tanti incoraggianti risultati di alcuni giovani. Recentissimo sul giro di pista l’exploit di Anna Polinari, scesa a 51″69 nel giro di pista, con un miglioramento di quasi mezzo secondo rispetto al personale. C’è grande fermento tanto nei salti che nelle prove di mezzofondo e a Roma potremmo davvero fare incetta di medaglie continentali. Roma servirà anche da prova generale in vista di Parigi, dove il nostro movimento sarà chiamato se non a confermare i 4 ori di Tokio, quantomeno a raccogliere un bottino in linea con la nuova dimensione internazionale acquisita.

Giugno 13, 2024

Solo chi cade può rialzarsi, ma alcune cadute sono particolarmente dolorose. Il modo in cui la serie A è sfuggita

Giugno 12, 2024

Lo show di Tamberi può essere la copertina di questo europeo romano, gratificato ieri dalla presenza del Capo dello Stato,

Giugno 10, 2024

Il tennis non è sport che si presti molto a previsioni a lungo termine: troppi fattori, primi fra tutti quelli

Giugno 10, 2024

Sono già 7 ori, 5 argenti e 3 bronzi. Sarebbe un bilancio eccezionale a fine competizione, però il riferimento è

Giugno 7, 2024

Voleva celebrare il suo fresco numero uno raggiungendo la sua prima finale al Roland Garros, ma ancora una volta il

ULTIMI ARTICOLI