informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Via libera in Campidoglio a Pef di Ama e tariffa Tari 2024 

Marco Battistini
Aprile 19, 2024

La Giunta capitolina ha approvato le delibere relative al Piano Economico-Finanziario di Ama 2024-25 e alla determinazione della Tari per il 2024. Si tratta di una nuova importante tappa nel percorso di rilancio e di efficientamento dell’azienda, che consentirà di migliorare la pulizia della città con investimenti su nuovi impianti come Casal Selce, Cesano, Rocca Cencia e Ponte Malnome (60 milioni di euro), l’acquisto di cassonetti e cestini (54 milioni) e di automezzi (157 milioni), rafforzando ulteriormente l’azione di contrasto all’evasione fiscale che, per il 2023, ha già recuperato 40 milioni di euro. Inoltre, questo Piano consente di ridurre dell’80% l’impatto della decisione di Arera (l’Autorità nazionale di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) di far riconoscere alle aziende dei rifiuti costi operativi per il 2024 di circa il 14% in più rispetto al loro Bilancio 2022. L’Amministrazione capitolina, grazie all’avvenuta riforma organizzativa dell’azienda Ama e ad un grande lavoro di recupero dell’evasione, è riuscita infatti a compensare quasi completamente questo incremento, limitandolo al 2,87% e puntando ad azzerarlo il prossimo anno. 

ESENZIONI PER I REDDITI PIU’ BASSI

Restano inoltre intatte tutte le esenzioni totali per chi ha un Isee fino a 6500 euro (circa 30mila famiglie), finanziate dal Bilancio comunale per 11 milioni di euro. “Più automezzi, nuovi cestini e cassonetti, importanti investimenti negli impianti per il riciclo, maggiore pulizia delle strade e dei marciapiedi: con il nuovo PEF prosegue il lavoro che fa di Ama un grande player dell’economia circolare e che darà a Roma la pulizia e il decoro che merita. Grazie all’importante lavoro sulla lotta all’evasione Roma sarà una delle poche città che riuscirà a mantenere sostanzialmente inalterata la Tari nonostante l’adeguamento all’inflazione imposto dall’Autorità di regolazione”, ha spiegato il Sindaco Roberto Gualtieri. “Approviamo un Pef espansivo e di crescita che, da quest’anno, permetterà di prevedere investimenti per circa 270 milioni- ha spiegato il Vicesindaco e Assessore al Bilancio, Silvia Scozzese- Siamo riusciti nell’impresa di ridare efficienza ad un’azienda Ama che era paralizzata- ha proseguito- aveva costi altissimi e ci vedeva incassare solo il 17% dell’ordinario Tari mentre oggi il 65%, recuperando nel 2023 40 milioni di euro. Ecco perché- ha concluso Scozzese- oggi ci possiamo permettere di non scaricare sulla tariffa dei rifiuti i costi rivalutati del 14% come richiesto dall’Autorità nazionale”.

Maggio 28, 2024

L’Amministrazione capitolina annuncia una trasformazione significativa per la città con l’avvio delle procedure ad evidenza pubblica per circa 12 mila

Maggio 27, 2024

Inizieranno a giugno i lavori in via di San Teodoro relativi al Carme – Centro Archeologico Monumentale, il grande intervento

Maggio 24, 2024

150mila multe riscosse da app nel primo quadrimestre 2024. Sulla Tariffa dei rifiuti Tari si registrano per l’anno scorso incassi

Maggio 23, 2024

L’Assemblea Capitolina ha terminato l’esame e approvato la delibera di modifica dello Statuto della Fondazione Teatro di Roma che introduce

Maggio 22, 2024

Una task force per garantire maggior decoro nelle strade del centro, dove la gestione delle utenze non domestiche rappresenta una