informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Società Giubileo 2025: “un po’ più indietro sull’accoglienza”

Marco Battistini
Gennaio 17, 2024
roma capitale-gualtieri-giubileo-evento
Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri

“Forse possiamo dire che siamo un po’ più indietro sul fronte dell’accoglienza. Il commissario ha attivato un tavolo di coordinamento su questo, sono stati costituiti gruppi di lavoro ma dal punto di vista operativo non ci sono decisioni formali ancora assunte, o indicazione di tipologie di spesa rispetto alla risorse che stiamo gestendo”. Lo ha detto l’ad e dg della Società Giubileo 2025 Spa Marco Sangiorgio in audizione in commissione capitolina Giubileo. Nel corso della commissione, il presidente Dario Nanni ha voluto mettere l’accento sul tema degli arrivi: “Qui già oggi arrivano notizie e dati empirici – ha affermato – per cui arriveranno a Roma circa 40 milioni di persone, se non di più. La sfida è alta e ci dobbiamo arrivare nel miglior modo possibile”. Sangiorgio ha comunque voluto spiegare che “parlando di tempi, le operazioni cosiddette ‘essenziali e indifferibili’ devono essere completate entro fine del 2024, al limite primi del 2025; ma le altre operazioni, comprese le Pnrr di Caput Mundi, arrivano al 2026. Dobbiamo essere coordinati con l’avanzamento delle risorse che saranno messe a disposizione, perché il totale dei fondi è stato ripartito in vari anni e la coda è nel 2026. Alcune cose perciò dovranno finire nel 2026, perché altrimenti non ci sarebbero i soldi per farle. Molte delle scadenze vanno quindi viste filtrate da questo dato di fatto”. 

NUMERI SUI FONDI

Sangiorgio in apertura di seduta aveva fornito qualche dato rispetto alla società che guida: Giubileo 2025 è gestore delle risorse finanziarie per tutte le operazioni del Giubileo, per un totale di 1,335 miliardi di euro. In 25 casi, in gran parte a Roma, la società è anche soggetto attuatore; in una trentina di casi invece è stazione appaltante. Ci sono poi 110 milioni “per gestire e organizzare l’accoglienza per i partecipanti al Giubileo. Di questi, 20 servono a finanziare noi; gli altri 90 vanno allocati su responsabilità del commissario, che coincide con il sindaco di Roma Roberto Gualtieri. Noi dal punto di vista politico-decisionale infatti non abbiamo ruolo – ha detto Sangiorgio – Certo partecipiamo ai tavoli, non siamo passivi. Ma le decisioni vengono prese dalla gestione commissariale”. “Fino a oggi abbiamo lavorato perlopiù sul vecchio dpcm, ora stiamo correndo per mettere in pista l’operatività del secondo che ha moltiplicato il numero dei soggetti attuatori – ha detto infine – Prima erano una quindicina, ora sono 40 perché ci sono i Comuni esterni a Roma. Il numero di soggetti con cui ci dovremo confrontare ci darà qualche mal di testa in più. In questo momento stiamo cercando di entrare in contatto con tutti i soggetti attuatori”.

Luglio 23, 2024

E’ stato approvato dalla Giunta capitolina un accordo di collaborazione tra Roma Capitale e l’Associazione Abili Oltre, realtà impegnata a

Luglio 22, 2024

Nominata la commissione tecnica per valutare la proposta presentata da Acea a capofila di una cordata di imprese per la

Luglio 19, 2024

Cooperative di nuovo in presidio in Campidoglio per chiedere alla Giunta Gualtieri di garantire un adeguamento delle tariffe dei servizi

Luglio 18, 2024

Via libera dalla Giunta capitolina alle due delibere relative al servizio taxi: la prima approva la messa a bando di

Luglio 17, 2024

Approvati dalla Giunta comunale di Roma Capitale la Variazione e l`Assestamento di Bilancio, che passano adesso all`esame dell’Assemblea Capitolina. Nonostante

ULTIMI ARTICOLI