informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Sabrina Cenciarelli commissario dell’Asl di Latina. Vincono Tiero e Durigon. Rocca resiste alle pressioni di Fazzone, mentre Stefanelli si prepara per la ‘guerra’ alla Regione

Cristiano Sacerdoti
Marzo 28, 2024

Il presidente della Regione Lazio Francesco Rocca ha nominato con effetto immediato Sabrina Cenciarelli, commissario straordinario dell’Azienda sanitaria locale di Latina fino all’individuazione del nuovo Direttore generale. Le logiche romane hanno sempre prevalso in provincia di Latina. E soprattutto in ambito sanitario poco spazio è stato dato alle professionalità locali. Ma la Cenciarelli rappresenta in fondo una sintesi tra le due diverse istanze, capitoline e pontine.

PREVALE LA CONTINUITA’

Sabrina Cenciarelli, costituisce una scelta di altro profilo che completa la direzione strategica della Asl. Da quasi tre anni è la direttrice amministrativa dell’Asl pontina ed è l’erede naturale di Silvia Cavalli. La dottoressa Cenciarelli è laureata in Lettere e Scienze politiche, ha ricoperto l’incarico di direttore amministrativo presso la Asl Roma C ed è stata coordinatrice dell’area Economica Finanziaria e della committenza e direttore di Gestione procedure d’acquisto e contratti presso la Asl Roma B. Vanta dunque un curriculum di prim’ordine e una grande esperienza in materia di direttore dell’area Integrazione amministrativa, di Acquisizione Beni e Servizi, di Controllo di Gestione e Programmazione aziendale.
Sotto il profilo politico due sono i vincitori principali: Enrico Tiero e Claudio Durigon. Sono loro ad aver sostenuto maggiormente la scelta della Cenciarelli. Di fatto si è creata una sinergia che ha visto Fratelli d’Italia e Lega protesi a rintuzzare le ambizioni di Forza Italia. Il senatore Fazzone ha fatto di tutto per strappare la casella più ambita. Se l’azienda pubblica più importante della provincia fosse andata agli azzurri, si sarebbe registrato uno smacco enorme soprattutto per FdI. Il governatore Rocca ha saputo respingere le pressioni manifestatesi nelle ore precedenti alla decisione, dimostrandosi il vero perno della coalizione di centrodestra.

STEFANELLI ALL’ATTACCO

Chi non aveva risparmiato critiche per lo stallo durato quasi una settimana sulla gestione sanitaria è stato Gerardo Stefanelli, presidente della Provincia di Latina. Nel mirino è finito il governatore Rocca e la maggioranza di centrodestra. Un post su facebook aveva infastidito non poco i vertici della Regione. “Siamo in emergenza sanitaria? Eppure la Regione Lazio non sembra pensarla allo stesso modo -ha affermato Rocca- da una settimana si aspetta la nomina di un Commissario straordinario che prenda la guida della Asl pontina. La prima domanda e’ perché dopo un anno di Governo la Regione Lazio non ha trovato il tempo e il modo di avviare le procedure per la nomina di una guida ‘ordinaria’ della Asl pontina? La seconda domanda e’ perché non nominare la Dott.ssa Cavalli che ne è stata direttore generale negli ultimi tre anni? La stessa manager è stata nominata Commissaria straordinaria della Asl Roma 5 quindi è stata ritenuta meritevole dalla stessa Regione!! Eppure ci troviamo in una fase in cui. risultava importante dare continuità all’azienda, impegnata nell’implementazione delle trasformazioni conseguenti all’uso dei fondi Pnrr. La terza domanda e’ perché non è stato ancora scelto il Commissario straordinario per l’Asl Latina posto che per altre Asl si è proceduto per tempo? Le risposte a queste domande stanno nella lotta politica tra partiti che governano oggi la Regione per assicurarsi una poltrona attraverso la quale garantire evidentemente i propri adepti e seguaci piuttosto che il miglioramento dei servizi ai cittadini. Continua la divisione per ‘ quote’ a discapito delle capacità professionali: d’altronde i problemi dei Governi comunali pontini  ‘costruiti’ con questa logica dimostrano già, dopo un anno, i limiti di tale approccio. Una lotta che si ripete uguale a se stessa da ormai 30’anni: ad ogni cambio di Governo regionale segue un cambio radicale dei manager aziendali. In 30’ anni evidentemente non ne hanno trovato uno che fosse così bravo da non poter esser messo in discussione. Ma anche basta per favore”. Parole di fuoco quelle del numero 1 di via Costa, che hanno fatto clamore soprattutto a Roma. E che soprattutto sembrano preludere all’inizio di un innalzamento del livello di scontro con la Regione. Dopo la Sanità, toccherà ai rifiuti?

Aprile 24, 2024

Procaccini e De Meo in campo con grandi possibilità di essere rieletti. Adinolfi ha annunciato l’uscita di scena ed al suo

Aprile 23, 2024

Anche a Latina Forza Italia si schiera con Tajani. La candidatura alle Europee del leader nazionale verrà sostenuta apertamente e

Aprile 22, 2024

Pur scendendo nei sondaggi e nel peso politico elettorale anche locale, la Lega nel Lazio ed in particolare in provincia

Aprile 19, 2024

Il ministro Tajani, insieme al senatore locale di Forza Italia Claudio Fazzone, darà il via alla corsa dell’ex sindaco e

Aprile 18, 2024

Un’Europa guidata dal centrodestra è l’obiettivo posto da FdI in vista delle elezioni dell’8 e 9 giugno. Su questo traguardo