informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Fori imperiali, Sangiuliano: riqualificare rispettando la storia

Marco Battistini
Aprile 3, 2024

Un restyling importante destinato a lasciare il segno nella Capitale, soprattutto in chiave turistica. Il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, intervenendo a Roma ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali alla presentazione della graduatoria provvisoria del bando internazionale di progettazione “La Nuova Passeggiata Archeologica”, per la realizzazione di interventi nell’Area dei Fori Imperiali, ha mostrato tutto il suo entusiasmo per l’operazione. “Tra i primi impegni da Ministro c’è stata una lunga interlocuzione con il sindaco di Roma per la riqualificazione dell’area dei Fori Imperiali che ha portato alla sottoscrizione di un protocollo frutto del lavoro del Tavolo tecnico congiunto per la valutazione del progetto sull’area dei Fori a cui erano presenti, per il ministero della Cultura, il direttore del Parco Archeologico del Colosseo, Alfonsina Russo e la soprintendente speciale di Roma, Daniela Porro -ha affermato il ministro- Nel protocollo, firmato da me e dal sindaco Roberto Gualtieri, sono stati fissati alcuni punti cardine e imprescindibili per l’intervento che si andrà a realizzare. Tra questi, il rispetto del vincolo storico di via del Fori Imperiali, già concepito in epoca napoleonica con i progetti affidati prima a Giuseppe Valadier e Giuseppe Camporesi e poi all’architetto francese Louis-Martin Berthault, il primo a proporre un asse lineare tra Campidoglio e Colosseo, con un progetto particolarmente interessante anche per la sua capacità di ricomporre gli scavi archeologici in un disegno unitario. Idea ribadita anche nei successivi piani a partire da quello redatto dall’ingegner Viviani e firmato da Agostino Depretis nel 1883, in cui si assicurava il collegamento e la salvaguardia della visione prospettica che si ha del Colosseo da piazza Venezia”. 

IL CONCORSO

“Dunque ora bisogna che il progetto dei vincitori sia armonizzato con quanto allora sottoscritto senza alcun restringimento della carreggiata di via dei Fori Imperiali. Credo e auspico che tutto ciò sia possibile in sede di definizione del progetto esecutivo. Lo straordinario afflusso di visitatori durante il periodo pasquale ci ha dimostrato quanto l’area del Colosseo costituisca una delle grandi bellezze del mondo. Il nostro dovere è tutelarla e valorizzarla anche nel rispetto della storia”, ha aggiunto il ministro Sangiuliano. Nell’ambito della Seduta Pubblica di proclamazione, che si è svolta in mattinata, è stato annunciato come primo classificato lo studio Labics di Maria Claudia Clemente e Francesco Isidori. L’obiettivo del Concorso, per il quale sono pervenute 23 proposte progettuali, è la realizzazione di un grande anello pedonale che riprende l’idea della Passeggiata di fine Ottocento del ministro Baccelli. La Nuova Passeggiata Archeologica collegherà l’intera area archeologica centrale della città – dai Fori, al Colosseo, al Celio, al Palatino, alle Terme di Caracalla, al Circo Massimo, fino al Campidoglio – rimettendola al contempo in connessione con la città moderna e la vita quotidiana dei rioni circostanti. Una passeggiata unica al mondo che congiungerà via dei Fori Imperiali con gli altri percorsi intorno al Colle Palatino, intercettando l’itinerario ciclo-pedonale di via di S. Gregorio, di via dei Cerchi, di via di S. Teodoro e delle salite e discese del Colle Capitolino, e che sarà caratterizzata da un incremento dei servizi dell’area, tra cui spazi pedonali, aree verdi, balconate, percorsi sopraelevati e percorrenze ciclo-pedonali. Il costo stimato per la realizzazione delle opere è di 18.800.000 di euro al netto di Iva.

Aprile 24, 2024

Il diserbo stradale torna un’attività affidata ad Ama. Lo ha stabilito una delibera approvata dall’Assemblea Capitolina. La delibera prevede che

Aprile 23, 2024

Due anni di lavori, ma senza chiudere, per un investimento di 8 milioni, di cui 1 milione dal Pnrr, per

Aprile 22, 2024

Cambio nel gruppo della Lega al consiglio comunale di Roma. Il consigliere Davide Bordoni ha rassegnato le dimissioni. Al suo

Aprile 19, 2024

La Giunta capitolina ha approvato le delibere relative al Piano Economico-Finanziario di Ama 2024-25 e alla determinazione della Tari per

Aprile 18, 2024

Dal Pd capitolino arriva un altolà alla Regione Lazio: “Bisogna evitare l’aumento del Bit per i romani. La previsione di

-->

ULTIMI ARTICOLI