Manutenzione

Dalla giunta capitolina ok a 14 milioni per lavori sulla viabilità

Via libera al progetto esecutivo per interventi di manutenzione straordinaria in tratti di strade di vari quartieri di Roma

Prosegue la realizzazione del programma di profonda riqualificazione e rifacimento della viabilità principale cittadina grazie al decreto-legge n. 68 del 2022, sulla scia del quale Roma Capitale ha approvato la convenzione con Anas per l’effettuazione dei lavori. Dopo i cantieri partiti nei giorni scorsi, si legge in una nota del Campidoglio, vanno avanti i lavori finanziati dal bilancio comunale per realizzare la manutenzione di 100 km della rete stradale di Roma Capitale. La Giunta Capitolina ha approvato nuovi lavori per 14 milioni di euro dei 18 stanziati a luglio.

MANUTENZIONE STRAORDINARIA: GLI INTERVENTI

È stato infatti dato il via libera al progetto esecutivo per interventi di manutenzione straordinaria in tratti di strade di vari quartieri di Roma: via Ponte Galeria, via della Pisana, via di Casal Selce, via della Storta, via di Casal del Marmo, via di Boccea, via di Casal Boccone, via del Casale di San Basilio, via di Tor Cervara, viale dei Quattro Venti e via Flaminia. Questa innovativa modalità di collaborazione consentirà di intervenire a breve su oltre l’11% della viabilità principale. Attraverso le ulteriori risorse previste per il Giubileo e quelle utilizzate direttamente dal Comune di Roma, verranno sottoposte a rifacimento profondo la gran parte delle arterie fondamentali per la viabilità cittadina, quelle più interessate da traffico intenso e rischio incidenti.
“Stiamo lavorando con grande intensità e tempi strettissimi lungo un percorso che garantisce iter burocratici veloci per lavori di qualità e duraturi- ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Ornella Segnalini – Gli interventi cambieranno il volto di molte delle strade principali distribuite in tutti i nostri quartieri, grazie a lavori che agiscono in profondità per garantire la durata della pavimentazione stradale e, quindi, la sicurezza dei cittadini e il decoro urbano”.

Condividi l’articolo su: