informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Ama, ecco 68 nuovi cesti compattatori di rifiuti con sensori nelle zone della movida

Marco Battistini
Marzo 28, 2024

Ben 68 cestoni intelligenti sono stati distribuiti a Roma in alcune aree sensibili della movida, da Trastevere a Testaccio, San Giovanni, piazza di Spagna e piazza San Silvestro. Intelligenti, perché sono dotati di un sensore che segnala alla centrale operativa di Ama quando stanno raggiungendo un livello di saturazione oltre l’80 per cento, in modo che venga predisposto lo svuotamento. Inoltre sono dotati di una sacca metallica capace di raccogliere fino a 2 mila mozziconi di sigaretta e si autoalimentano grazie a un pannello fotovoltaico. I modelli sono stati scelti anche sulla base delle esperienze maturate nelle maggiori Capitali europee (Madrid, Londra, Helsinki, Amsterdam) e città italiane (Torino, Bologna, Firenze, Milano, Genova). Ad esempio basti pensare che tra il 10 e il 21 marzo i cesti compattatori a Parigi, Madrid e Dublino hanno raccolto rispettivamente il 28, il 39 e il 13 per cento in meno di quelli di Roma. I 68 cestoni getta-carte di nuova generazione per i rifiuti sono così suddivisi: 30 nei quadranti Testaccio, piazzale Ostiense, piazza Albania, piazzale dei Partigiani; 20 nell’area di Trastevere, in particolare la zona della movida (piazza Trilussa, piazza di Santa Maria in Trastevere, piazza della Scala, eccetera); 8 nell’area di San Giovanni (quadranti piazzale Appio e Re di Roma); 7 nell’area monumentale del Centro Storico (vicolo del Bottino e Metro Spagna, piazza San Silvestro, scalinata piazza della Trinità dei Monti); 3 nell’area della Montagnola (piazzale dei Caduti della Montagnola e viale Pico della Mirandola e mercato).

MODELLO UNICO DI CESTONE PER I RIFIUTI

Nel 2024 tutti e quindici i municipi di Roma avranno un modello unico di cestone per i rifiuti minuti, che triplicherà il numero di quelli attualmente posizionati: da 6.000 a oltre 18.000. Le nuove misure guardano in particolare al fabbisogno dell’anno giubilare, tenendo conto che in alcune aree sensibili allo scorso Giubileo, i vecchi cestini si riempivano in soli sette minuti.
Tra le altre caratteristiche di alcuni di questi nuovi cestoni in acciaio zincato e anti intrusione ci sono: il pedale per conferire i rifiuti che li rende più comodi e igienici per i cittadini; le qualità ergonomiche che facilitano le operazioni di svuotamento da parte dell’addetto; i led e i sensori che rilevano i quantitativi all’interno e avvisano in tempo reale tramite app all’80 per cento del riempimento; il pannello solare per la produzione di energia posto nella parte superiore. La sperimentazione dei nuovi cestoni intelligenti è accompagnata da una campagna mirata di comunicazione, on e off line, e sensibilizzazione dei cittadini che prevede anche un’indagine conoscitiva della percezione da parte dell’Utenza del nuovo sistema di raccolta. Per quanto riguarda i nuovi cestoni getta-carte tradizionali, si sta completando l’iter di aggiudicazione del lotto di gara. 

Aprile 24, 2024

Il diserbo stradale torna un’attività affidata ad Ama. Lo ha stabilito una delibera approvata dall’Assemblea Capitolina. La delibera prevede che

Aprile 23, 2024

Due anni di lavori, ma senza chiudere, per un investimento di 8 milioni, di cui 1 milione dal Pnrr, per

Aprile 22, 2024

Cambio nel gruppo della Lega al consiglio comunale di Roma. Il consigliere Davide Bordoni ha rassegnato le dimissioni. Al suo

Aprile 19, 2024

La Giunta capitolina ha approvato le delibere relative al Piano Economico-Finanziario di Ama 2024-25 e alla determinazione della Tari per

Aprile 18, 2024

Dal Pd capitolino arriva un altolà alla Regione Lazio: “Bisogna evitare l’aumento del Bit per i romani. La previsione di

-->

ULTIMI ARTICOLI