informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Strategie territoriali di Frosinone, via libera dalla Regione Lazio

Redazione
Angelilli: «Previsto un investimento complessivo di 16 milioni di euro. Oggi deliberati 9 milioni 648 mila euro per 10 progetti»
Luglio 4, 2024
Roberta Angelilli

 La Giunta regionale del Lazio ha approvato una delibera della prima fase di strategia territoriale per il Comune di Frosinone. Il provvedimento, su proposta del presidente Francesco Rocca, di concerto con gli assessori competenti Roberta Angelilli e Giancarlo Righini, prevede un investimento complessivo di 16 milioni di euro. Oggi via libera ai primi 9.648.111,56 euro (di cui 283.500 euro a carico del Comune di Frosinone), compresi 46mila euro a supporto dell’elaborazione della strategia territoriale.
Si tratta di risorse europee previste nel Piano regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale 2021-2027, nell’ambito dell’obiettivo “Un’Europa più vicina ai cittadini”.

Frosinone ha ottenuto 10 interventi finanziati.
«I progetti di sviluppo territoriale rappresentano un passo significativo verso la crescita economica e sociale. Tale iniziativa non solo sosterrà lo sviluppo locale, ma promuoverà anche una gestione sostenibile delle risorse e un miglioramento della qualità della vita per i cittadini di Frosinone», ha evidenziato Roberta Angelilli, vicepresidente della Regione Lazio e assessore allo Sviluppo economico, Commercio, Artigianato, Industria e Internazionalizzazione.
«Con un focus mirato su rigenerazione urbana, turismo, cultura, transizione energetica, mobilità sostenibile e trasformazione digitale – ha proseguito Roberta Angelilli – miriamo a ottimizzare le risorse disponibili per un impatto positivo e duraturo. E la stretta collaborazione tra la Regione Lazio e Comune sarà fondamentale per guidare il processo decisionale, assicurando che ogni euro sia investito strategicamente. Confidiamo, quindi, che questa sinergia contribuirà a raggiungere i nostri obiettivi di sviluppo territoriale e sociale».
La convenzione stipulata disciplina i rapporti giuridici tra l’Amministrazione regionale e i Comuni, garantendo lo svolgimento delle attività e la completa attuazione delle strategie territoriali.
«Gli interventi messi finanziati per Frosinone, per un importo complessivo di 16 milioni di euro (oggi via libera ad oltre 9 milioni e mezzo di euro), rappresentano l’inizio di un percorso virtuoso, che vedrà ulteriori investimenti e progetti a favore della comunità locale. L’impegno della Regione Lazio per il sostegno e lo sviluppo dei territori è, come sta avvenendo sin dal momento del nostro insediamento, è e resterà costante e prioritario», ha concluso Roberta Angelilli.

Tutti gli interventi nel dettaglio

Parco delle sorgenti – Interventi di valorizzazione del parco per attività di tipo didattico finalizzati alla promozione dell’identità storica legata al fiume 600.000,00 euro

Messa in sicurezza aree archeologiche “Ponte del rio” 700.000,00 euro
Valorizzazione terme romane sul fiume Cosa 700.000,00 euro
Greenway sul fiume Cosa – Matusa-Parco delle Sorgenti 800.000,00 euro
Valorizzazione dei percorsi pedonali naturalistici urbani 283.497,82 euro
Riqualificazione Parcheggi via Licinio Refice (Area ex Agip – PUMS) 1.200.000,00 euro
PUMS riqualificazione Parcheggi Via Maria 1.100.000,00 euro
Porta del Parco Cosa: dalla foresta urbana del Parco La Fontaine al percorso fluviale 823.492,57 euro
TPL Acquisto bus elettrici – potenziamento PNRR 2.641.121,17 euro
Sviluppo di infrastrutture e servizi digitali per la PA e la Collettività 800.000,00 euro

Luglio 23, 2024

Adunanza aperta alla cittadinanza per quanto riguarda la seduta di consiglio comunale sulla mobilità sostenibile e sul Bus Rapid Transit.

Luglio 21, 2024

Il centrodestra sta sottovalutando i tanti campanelli d’allarme che stanno suonando (all’impazzata)da mesi. Separare i diversi livelli è un’operazione dal

Luglio 19, 2024

“Flash mob No Brt”: questa sera alle 19.30 nuovo appuntamento in via Marittima e piazza Caduti di via Fani. Per

Luglio 17, 2024

Il consiglio generale lo ha designato all’unanimità: Giuseppe Biazzo sarà il presidente di Unindustria per il quadriennio 2024-2028. Il 12

Luglio 16, 2024

“La transizione energetica e digitale rappresenta una grande sfida che la Regione Lazio è decisa a sostenere e ad accompagnare,

ULTIMI ARTICOLI