Scuola

Nella Tuscia mancano oltre 100 collaboratori scolastici. La Uil Scuola denuncia la situazione

Silvia Somigli, segretaria provinciale della Uil Scuola attacca l’ufficio scolastico regionale.

Mancano 120 collaboratori scolastici nelle scuole viterbesi di ogni ordine e grado. A fornire i numeri è la segretaria provinciale della Uil Scuola, Silvia Somigli, che attacca l’ufficio scolastico regionale sordo alle richieste degli istituti di tutte le province: nessuno dei 5 mila collaboratori aggiuntivi richiesti è stato infatti concesso dall’Usr.

“E’ una situazione che stiamo denunciando da mesi e che richiede un intervento immediato – dichiara la segretaria generale della Uil scuola di Viterbo, Silvia Somigli – . L’assenza di personale suppletivo sta mettendo le scuole della provincia in una condizione di sofferenza enorme, soprattutto in un contesto come l’attuale, in cui gli istituti escono dalla lunga fase della pandemia che ha provato tutto quanto il personale scolastico. Personale che invece va rilanciato, valorizzato e soprattutto incrementato”.

Condividi l’articolo su: