informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Malumori tra FdI e FI. Verso le europee: Stefanelli invoca più poteri per la Provincia. A Roma Procaccini ottiene il sostegno della comunità calabrese

Cristiano Sacerdoti
Marzo 29, 2024

Si è insediato il nuovo Consiglio provinciale dopo le elezioni del 10 marzo. E già ci sono le prime avvisaglie su un rapporto conflittuale e polemico tra le due principali forze politiche in aula, ovvero FdI e Fi. Il diverso atteggiamento nei confronti del vertice provinciale sarà oggetto di un confronto serrato tra le due parti e s’intravedono problemi destinati a minare la stabilità del centrodestra. Le prime polemiche hanno riguardato il primato in Consiglio, con entrambi i partiti protesi a rivendicare la leadership dell’aula. Convalidati all’unanimità tutti gli eletti, si è andato così componendo il Consiglio provinciale che vedrà sedere tra i banchi quattro esponenti di Fratelli d’Italia, Renzo Scalco (Latina), Luigi Vocella (Fondi), Pierluigi Torelli (Sermoneta), Luca Caringi (Terracina); altrettanti di Forza Italia, Vincenzo Mattei (Fondi), Barbara Cerilli (Terracina), Luca Gallinaro (Gaeta) e Gianluca Taddeo (Formia); due per il Pd Renio Monti (Cisterna) e Luca Magliozzi (Formia); Nicola Riccardelli (Formia) per Prima la Provincia di Latina e Dario Bellini (Latina) per le Civiche Pontine.
STEFANELLI CHIEDE IL RILANCIO DELL’ENTE
Il numero 1 di via Costa, Gerardo Stefanelli ha lanciato un segnale chiaro sulla direzione che l’ente vuole intraprendere in questa seconda parte del mandato. “Per chi mi conosce, sa quanto sia importante per me concretizzare le nostre azioni per incidere davvero sui territori che rappresentiamo -ha affermato- per questo motivo quando è iniziato il mio percorso da presidente due anni fa ho voluto rafforzare la macchina amministrativa con atti fondamentali che consentissero politiche di sviluppo del personale e un efficientamento generale dei servizi. Il nuovo assetto, con capitoli di bilancio più chiari e un sistema di programmazione e rendicontazione costante, ci ha permesso di lavorare in modo più veloce e dinamico. Questo ci ha consentito, non solo di riconquistare la centralità della Provincia sul territorio, ma di lavorare concretamente in supporto dei Comuni”. Dopo aver ripercorso in numeri le azioni e gli interventi della prima parte del suo mandato, Stefanelli ha rinnovato il suo invito a una partecipazione attiva dei consiglieri, che consenta di portare a termine le linee programmatiche e insistere con maggiore incisività sui bisogni dei territori. Ascoltati gli interventi dei consiglieri, ha poi voluto rimarcare la necessità di riacquisire ambiti di competenze per gli enti provinciali: “Il Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa -ha detto il presidente- ha evidenziato che l’Italia ha ancora bisogno di attivarsi per una ridistribuzione degli ambiti di competenze in favore delle Provincia, che permetta di riallocare le risorse finanziare e, soprattutto, di dotarsi delle risorse umane necessarie a portare avanti l’azione sinergica richiesta sui territori. Le Province sono state depauperate dall’interno, impoverite e mortificate da una riforma che richiede urgentemente una revisione. Spero vivamente che non si perderanno altri mesi preziosi che ingabbiano la nostra azione di Governo e non ci permettono di portare a compimento azioni fondamentali per gli ambiti locali”.

PROCACCINI E I CALABRESI

Le elezioni europee si avvicinano e Nicola Procaccini si dimostra il più attivo tra i candidati. Un importante appuntamento si svolgerà nella Capitale nei prossimi giorni. Si terrà infatti l’11 Aprile alle ore 18 a Roma, presso l’hotel villa Flora in via Veneto, l’incontro tra la comunità calabrese e Nicola Procaccini, Presidente del gruppo di ECR al parlamento europeo ed europarlamentare di Fratelli d’Italia. L’incontro sarà moderato dal giornalista Mario Campanella e registrerà la partecipazione dell’on Alfredo Antoniozzi, vice capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, di Wanda Ferro, sottosegretario agli interni, dei senatori Fausto Orsomarso ed Ernesto Rapani, dell’europarlamentare calabrese Denis Nesci, di assessori e consiglieri regionali di Fdi in Calabria. “Abbiamo voluto organizzare questa riunione per legare la comunità calabrese romana, molto numerosa , a un europarlamentare giovane e di grande valore come Procaccini, che ha saputo difendere settori fondamentali per la Calabria, come l’agricoltura e il turismo.
Roma presenta tanti calabresi che hanno raggiunto importanti traguardi, studenti e lavoratori che quotidianamente contribuiscono alla vita della Capitale e del Lazio – ha aggiunto Antoniozzi – e le elezioni europee hanno un’importanza vitale per la nostra nazione e per regioni come la Calabria che devono rimanere al centro degli investimenti europei”.

Aprile 24, 2024

Procaccini e De Meo in campo con grandi possibilità di essere rieletti. Adinolfi ha annunciato l’uscita di scena ed al suo

Aprile 23, 2024

Anche a Latina Forza Italia si schiera con Tajani. La candidatura alle Europee del leader nazionale verrà sostenuta apertamente e

Aprile 22, 2024

Pur scendendo nei sondaggi e nel peso politico elettorale anche locale, la Lega nel Lazio ed in particolare in provincia

Aprile 19, 2024

Il ministro Tajani, insieme al senatore locale di Forza Italia Claudio Fazzone, darà il via alla corsa dell’ex sindaco e

Aprile 18, 2024

Un’Europa guidata dal centrodestra è l’obiettivo posto da FdI in vista delle elezioni dell’8 e 9 giugno. Su questo traguardo