Tennis

L’Italia si affida ai Lorenzo per battere gli Stati Uniti

Sonego contro Tiafoe, poi Musetti contro Fritz. Se sarà 1/1, toccherà a Fognini e Bolelli.

Lorenzo Sonego

È l’ora della verità per l’Italia della Davis, che stamane incrocia i propri destini con la corazzata Usa. Capitan Volandri si affida ai Lorenzo, augurandosi che dopo i due singolari resti almeno la speranza. Se uno tra Sonego e Musetti dovesse vincere il suo match, rispettivamente contro Tiafoe e Fritz, a decidere le sorti del quarto di finale sarebbe il doppio, affidato agli specialisti Fognini e Bolelli. Inizierà Sonego, che contro Tiafoe ha l’occasione di riscattare, pacchetto due per uno, precedenti inquietanti in Coppa e una stagione davvero grigia. Se il Lorenzo torinese non dovesse riuscire a imprimere la sospirata svolta al suo tennis ondivago, toccherebbe al carrarese porre riparo. Tra il dire e il fare, in questo caso, c’è però Taylor Fritz, fresco semifinalista alle Finals di Torino. Musetti ha un gran bel tennis e anche il giusto entusiasmo, per una stagione che lo ha issato al numero 23 del ranking Atp, regalandogli i primi due tornei vinti, il 500 di Amburgo e il 250 di Napoli.

Anche sulle superfici veloci riesce ora ad esprimersi compiutamente, grazie a un servizio notevolmente migliorato e all’acquisita capacità di giocare più vicino alla linea di fondo. Contro Fritz parte comunque lievemente sfavorito e non è detto che sia un male… Qualora uno dei due Lorenzo dovesse portare a compimento la sua missione impossibile, le sorti della sfida verrebbero affidate al doppio, con i veterani Bolelli e Fognini chiamati in causa, presumibilmente contro Sock e Tiafoe. Anche in questo caso non sarebbe una passeggiata per i nostri, ma certamente ci sarebbero concrete chance di portare a casa la semifinale. In semifinale sono già approdate Australia e Croazia, che hanno sconfitto l’Olanda, rivelazione dei gironi eliminatori e la Spagna, priva delle sue stelle Alcaraz e Nadal, i primi due giocatori del ranking Atp. Il successo dei croati è stato determinato dai due incontri di singolare, con Coric vittorioso in due set su Bautista Agut e Cilic capace di battere in rimonta Carreno Busta. I croati hanno così perentoriamente ribadito la loro grande attitudine agli incontri di Davis e si candidano ora come secondi favoriti della rassegna spagnola. Dopo la sfida tra Italia e Usa, si svolgerà l’ultimo quarto di finale, che metterà di fronte la Germania, ovviamente priva della stella Zverev e il Canada, compagine che va ritenuta senza ombra di dubbio la grande favorita della competizione. Con Aliassime e Shapovalov, i nordamericani possono davvero gettare sul piatto della bilancia un peso consistente. Difficile dire chi possa batterli, ma nel tennis nulla è scontato, e in una Davis con questa formula breve il fattore aleatorio si esalta. Alle 10 il via del match degli azzurri.

Condividi l’articolo su:

Belgio a picco, la Germania può ancora sperare

Il mondiale del deserto prosegue all’insegna di conferme e smentite e in questo somiglia ad ogni altro mondiale. Ogni giorno una squadra finisce imprevedibilmente dietro