I dati

Gestione spesa personale, Frosinone tra i 18 capoluoghi d’Italia più virtuosi

A decretarlo la classifica elaborata per l’Adnkronos dalla Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica italiana, nell’ambito del progetto "Pitagora"

Comune di Frosinone

Medaglia d’oro per Frosinone, che rientra nei 18 capoluoghi di provincia italiani promossi con la tripla AAA nella gestione della spesa per gli stipendi del personale. A decretarlo la speciale classifica elaborata per l’Adnkronos dalla Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica italiana, nell’ambito del progetto “Pitagora”, che prende in esame i costi sostenuti nel 2021 da Regioni e capoluoghi di Provincia.

Il Centro Ricerche della Fondazione analizza tutti i dati finanziari ufficiali dell’ente pubblico in questione e attraverso algoritmi di ricerca scientifica individua potenziali sprechi, ovvero spese critiche nei conti pubblici. 

I capoluoghi più virtuosi, (nella lista gli importi sono scorporati nelle due sottovoci stipendi personale a tempo indeterminato e stipendi personale a tempo determinato – ottenendo così il massimo rating) sono stati rilasciati in ordine alfabetico nella classifica.

La classica dell’Adnkronos

  • Andria con 6.863.661,27 euro per personale a tempo indeterminato e 124.099,51 per personale a tempo determinato
  • Avellino (6.344.956,08 e 17.123,10)
  • Carbonia (3.250.836,08 e 15.151,44)
  • Caserta (6.770.729,37 e 40.065,21)
  • Cosenza (8.892.134,39 e 18.716,66)
  • Crotone (5.318.301,64 e 183.021,93)
  • Foggia (13.478.850,24 e 284.826,79)
  • Frosinone (4.714.553,13 e 61.791,92)
  • Latina (11.708.648,67 e 286.632,19)
  • Messina (30.364.372,26 e 636.558,48)
  • Palermo (115.620.749,51 e 1.095.793,26)
  • Reggio Calabria (16.990.725,40 e 566.214,03)
  • Roma (560.635.531,69 e 544.267,90)
  • Salerno (19.941.457,39 e 175.236,25)
  • Savona (7.856.460,23 e 48.872,39)
  • Taranto (16.979.286,49 e 880.673,93)
  • Trapani (8.067.943,61 e 50.349,95)
  • Vibo Valentia (2.888.628,99 e 6.288,16)

Viterbo e Rieti si aggiudicano la doppia AA

Medaglia doppia AA per Alessandria, Bari, Biella, Brindisi, Campobasso, Catanzaro, Imperia, Lecco, Livorno, Massa, Prato, Rieti, Rovigo, Siracusa, Terni e Viterbo.

La A invece va ad Arezzo, Asti, Barletta, Cagliari, Catania, Como, Cuneo, Novara, Pavia, Teramo, Trani, Verbania, Vercelli, Verona e Vicenza.

Condividi l’articolo su: