informazione pubblicitaria

CONDIVIDI

Farmaceutica, in centro Roma nuova sede ‘green’ per Takeda

Marco Battistini
Aprile 2, 2024

Takeda, prima azienda farmaceutica giapponese per fatturato, la numero 11 nella classifica globale e tra le 100 aziende più sostenibili al mondo, inaugura in viale Manzoni 30 la nuova sede di Roma, e annuncia un ulteriore investimento di 30 milioni di euro per i siti produttivi di Pisa e Rieti. Il piano di investimenti per il periodo 2020-2025 sale così a 350 milioni di euro, confermando l’impegno di Takeda per la crescita sul territorio e le sinergie con il sistema sanitario. Ad annunciarlo oggi Anna Maria Bencini, general manager di Takeda Italia insieme a Francesca Micheli, General Manager di Takeda Manufacturing, alla presenza del sindaco di Roma Roberto Gualtieri e dell’Ambasciatore del Giappone in Italia Suzuki Satoshi. Del nuovo stanziamento di 30 milioni di euro, 10 milioni sono indirizzati alla digitalizzazione e automazione industriale avanzata. I nuovi sistemi rivoluzioneranno i processi produttivi aumentandone l’efficienza e migliorando la sicurezza dei lavoratori. 20 milioni di euro sono, invece, dedicati alle iniziative di sostenibilità ambientale, sociale e di governance (ESG), con nuove tecnologie volte a ridurre del 40% le emissioni di CO2 entro il 2025, facendo un passo in avanti verso l’obiettivo finale di diventare un’azienda a zero emissioni nette di gas a effetto serra (GHG) entro il 2035. “Vogliamo essere un motore di crescita e un esempio di sostenibilità per il Paese – ha detto Bencini – abbiamo investito in una zona del centro di Roma in fase di sviluppo, perché crediamo che Roma possa e debba crescere ancora, e vogliamo essere parte di questo cambiamento. Oggi per noi è un momento cruciale per affermare il nostro ruolo in Italia dove vogliamo essere un modello tangibile di come la collaborazione tra settore pubblico e privato possa promuovere rapidi progressi delle cure e migliorare la qualità della vita dei pazienti”. 

SITI NEL CENTRO ITALIA

Il nuovo headquarter italiano è alimentato al 100% da energia rinnovabile e certificato Leed Gold. Un’ ulteriore conferma della promessa di arrivare all’emissione zero, adottando pratiche innovative per ridurre l’impatto ambientale. Centrale per Takeda anche il potenziamento del polo produttivo di Rieti e Pisa. Lo stabilimento di Rieti pienamente approvato per l’esportazione verso i principali mercati mondiali contribuisce già oggi per oltre il 70% all’export di tutto il settore manufatturiero della provincia. “Il polo industriale di Takeda – ha commentato Micheli – è una delle più importanti realtà produttive biotech del Paese, leader nella lavorazione del plasma. Abbiamo fiducia nel futuro del settore farmaceutico italiano e continueremo ad investire in Italia per aumentare la produzione e ottimizzare la disponibilità dei farmaci”. “Il nostro rapporto, tra Italia e Giappone, è consolidato – ha detto l’ambasciatore nipponico – ed è il momento di allargare il business nel campo farmaceutico, dello spazio e della tecnologia. Takeda è una ottima azienda nel campo della sostenibilità, dell’innovazione, e mi auguro un aumento degli investimenti in Italia. Questo non solo per Italia e Giappone ma anche per paesi terzi come Ucraina o Africa: potremo collaborare per portare aiuti a questi paesi”.

Aprile 24, 2024

Il diserbo stradale torna un’attività affidata ad Ama. Lo ha stabilito una delibera approvata dall’Assemblea Capitolina. La delibera prevede che

Aprile 23, 2024

Due anni di lavori, ma senza chiudere, per un investimento di 8 milioni, di cui 1 milione dal Pnrr, per

Aprile 22, 2024

Cambio nel gruppo della Lega al consiglio comunale di Roma. Il consigliere Davide Bordoni ha rassegnato le dimissioni. Al suo

Aprile 19, 2024

La Giunta capitolina ha approvato le delibere relative al Piano Economico-Finanziario di Ama 2024-25 e alla determinazione della Tari per

Aprile 18, 2024

Dal Pd capitolino arriva un altolà alla Regione Lazio: “Bisogna evitare l’aumento del Bit per i romani. La previsione di